Sport & Svago

TUTTI hanno diritto di giocare!

BICICLETTE PER TUTTI

La pratica sportiva risulta particolarmente importante per i ragazzi disabili, i quali ne sono spesso esclusi, con conseguente aumento delle patologie derivanti dalla sedentarietà. La pratica ciclistica si rivela un ottimo mezzo di sviluppo motorio in quanto non richiede un particolare sforzo fisico ma è in grado di potenziare il funzionamento muscolare e cardio-vascolare.
Grazie ai nostri sostenitori e ad alcune associazioni amiche come i Podisti da Marte è stato possibile creare un parco-bici comprensivo di biciclette accessibili a tre ruote, in grado di consentire anche ai ragazzi con disabilità di pedalare in autonomia!
Nasce così il progetto RI-CICLO, con la creazione di una ciclofficina, di un servizio noleggio bici e l’organizzazione di iniziative ricreative (es. biciclettate nel parco) organizzate in collaborazione con altre Associazioni del territorio.

TENNIS PER TUTTI

Nei pressi della Cascina, Atlha ha in gestione dal 2003 il Centro Sportivo del Comune di Milano situato in Via Cascina Bellaria 19, costituito da tre campi da calcetto/tennis ed un edificio adibito a spogliatoio-locale tecnico-reception, dove è possibile praticare attività sportiva a tutti i livelli e dove gli istruttori di Atlha sono a disposizione per lezioni e momenti di gioco per tutti, disabili e non!

GIOCO IN CASCINA

Tutti i bambini hanno bisogno di giocare. Tutti i bambini hanno il diritto di giocare!
All’interno della Cascina Bellaria, è stata realizzata un’area ludica accessibile integrata, grazie ai finanziamenti di Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Fondazione Banca Nazionale delle Comunicazioni e Fondazione Assicurazioni Generali.
L’area ludica accessibile integrata propone spazi adatti a:
  • Gioco fisico-motorio: arrampicarsi, bilanciarsi, appendersi, correre, rotolare, dondolarsi e scuotersi.
  • Gioco esplorativo-sensoriale: esplorazione tattile, visiva, olfattiva, uditiva dei materiali per il “piacere” della percezione.
  • Gioco cognitivo: raggruppare, categorizzare, ordinare, immaginare, manipolare oggetti per costruire o creare e risolvere problemi.
  • Gioco sociale: esperienze che coinvolgono un altro bambino o gruppi di bambini.

L’area vuole essere un piccolo nucleo sperimentale in cui bambini e ragazzi, disabili e non disabili, possano giocare insieme in un ambiente “protetto”, dove lo sport e il gioco possano essere vissuti come fonte di benessere fisico e psichico, come momento di socializzazione e di divertimento, oltre che di sensibilizzazione al rispetto delle diversità.